Ecobonus Tende da Sole 2017: detrazioni fiscali per tende etc.

Ecobonus Tende da Sole 2017: detrazioni fiscali per tende etc.

In questo articolo cercheremo di spiegare come si può usufruire dell’ecobonus per l’acquisto di tende, zanzariere, pergole e altri sistemi per la schermatura solare e l’ottimizzazione energetica.

Chi può beneficiare dell’incentivo?

Le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni. I contribuenti che conseguono reddito d’impresa. Le associazioni tra professionisti. Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale, purché siano soggetti al pagamento dell’Ires (dunque, non i Comuni ad esempio).

Possono fruire dell’agevolazione anche i titolari di un diritto reale sull’immobile. I condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali. Gli inquilini. I familiari del possessore.

Dal 1° gennaio 2016 sono ammessi anche gli Istituti autonomi per le case popolari.

Per quali immobili si può applicare l’incentivo?

Gli interventi devono essere eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l’attività d’impresa o professionale). Non sono agevolabili, quindi, le spese effettuate in corso di costruzione.

Quale tipologia specifica di interventi permette di usufruire dell’Ecobonus 2017 per l’acquisto di tendaggi?

legge-di-stabilità-2016

La tipologia di interventi incentivati nello specifico è: “Acquisto e posa in opera delle schermature solari elencate nell’allegato M del decreto legislativo n. 311/2006.

L’Allegato M è il seguente:

SCHERMATURE SOLARI ESTERNE
UNI EN  13561  Tende  esterne  requisiti  prestazionali  compresa  la sicurezza (in obbligatorieta’ della marcatura CE)
UNI EN 13659 Chiusure oscuranti requisiti prestazionali  compresa  la sicurezza (in obbligatorieta’ della marcatura CE)
UNI EN 14501 Benessere termico e visivo caratteristiche prestazioni e classificazione
UNI EN 13363.01 Dispositivi di protezione solare in combinazione  con vetrate; calcolo della trasmittanza  totale  e  luminosa,  metodo  di calcolo semplificato
UNI EN 13363.02 Dispositivi di protezione solare in combinazione  con vetrate; calcolo della trasmittanza  totale  e  luminosa,  metodo  di calcolo dettagliato.

Ancora nel decreto legislativo n.311/2006, allegato A (articolo 2) punto 35, si definiscono le schermature solari esterne come “sistemi che, applicati all’esterno di una superficie vetrata trasparente permettono una modulazione variabile e controllata dei parametri energetici e ottico luminosi in risposta alle sollecitazioni solari”.

Sempre nel decreto legislativo n.311/2006 allegato I (articolo 11) punto 9a, si precisa che il progettista “valuta puntualmente e documenta l’efficacia dei sistemi schermanti delle superfici vetrate, esterni o interni, tali da ridurre l’apporto di calore per irraggiamento solare.

Ma quali sono, nello specifico, i sistemi di protezione solare che hanno queste caratteristiche?

ecobonus tende da sole 2017

In commercio esistono diversi sistemi aventi queste caratteristiche.
I sistemi di protezione solare possono essere realizzati in vari materiali come legno, alluminio, ferro, vetro, lamiera forata, tessuto, materiali plastici o cotto.
Possono essere fissi o orientabili. Questi ultimi, a loro volta, possono essere gestibili manualmente o motorizzati.

Tra i dispositivi aventi queste caratteristiche rientrano: Lo staff di Gani Tende gestirà per conto tuo gratuitamente la pratica per la richiesta di detrazione da trasmettere all’ENEA. Pratica necessaria per usufruire dell’Ecobonus 2017

  1. tende da esterni
  2. tende/chiusure tecniche oscuranti
  3. persiane e scuri
  4. tapparelle
  5. pergolati o brise soleil
  6. veneziane
  7. plissettate
  8. tende per finestre da tetto
  9. zanzariere

 

Non tutti i dispositivi di questo genere possono però fruire dell’ecobonus, ma solo quelli dotati di particolari caratteristiche.

Per essere agevolabili, le schermature solari devono possedere la marcatura CE, se prevista.

Inoltre, devono essere:

  1. poste a protezione di una superficie vetrata, all’interno, all’esterno o integrate
  2. applicate in maniera solidale con l’involucro edilizio e non essere liberamente montabili e smontabili dall’utente
  3. in combinazione con la vetrata o autonome, ovvero aggettanti (tra queste ultime sono escluse quelle aventi orientamento a Nord)
  4. mobili, in modo da poterle regolare in base alla stagione e alle condizioni metereologiche
  5. schermature tecniche

Per fare un esempio, una pergola aderente al fabbricato è detraibile mentre un gazebo non lo è, in quanto struttura autonoma.

Una nota su cosa si intende per schermatura tecnica: sono così considerate quelle in cui è specificato sulla scheda tecnica il fattore solare, indicato con la sigla Gtot.
Questo parametro può avere un valore compreso tra 0 e 1, ma il prodotto nella cui scheda tecnica è presente è considerato detraibile indipendentemente da quale sia questo valore.

Le norme UNI di riferimento per conoscere quali schermature sono agevolabili sono comunque la EN 13561, la EN 13659 e la EN 13120.

 

Come funziona l’incentivo?

detrazione fiscale tende da sole

Nella legge di stabilità 2017, è stato esteso fino al 31 dicembre 2017 la detrazione del 65% per gli interventi di efficienza energetica nelle case singole.

Per i condomini (o in edifici dell’Istituto autonomo case popolari), la detrazione del 65% si estende fino al 31 dicembre 2021 e può arrivare al 70% se i lavori sull’involucro (il cappotto) dell’edificio interessano almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso, e al 75% se la certificazione prova il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva.

Anche alberghi ed agriturismi possono usufruire dell’Ecobonus fino al 31 dicembre 2018, con una detrazione del 65% sugli interventi effettuati.

Si può portare in detrazione dall’Irpef o dall’Ires in un arco di 10 anni, tramite 10 rate annuali di pari importo, il 65% della spesa sostenuta (per un massimo di 60.000 euro (corrispondenti ad un imponibile massimo di 92.307 euro, installazione inclusa). Nel caso dei condomini, l’imponibile massimo è pari a 40.000 euro (per appartamento). Nel caso degli alberghi l’imponibile massimo è pari a 200.000 euro e può essere detratto nell’arco di 2 anni, con 2 rate annuali di pari importo.  

L’Ecobonus non è cumulabile – per i medesimi interventi – con la detrazione del 50% per le ristrutturazioni o con altri incentivi come il Conto Termico (cui hanno diritto, in alternativa alla detrazione, pannelli solari termici e pompe di calore).

Sono detraibili tutte le spese concernenti i lavori, anche quelle di progetto e amministrative. L’importo detraibile è, per i privati, comprensivo di Iva.

Qualo documenti servono per avere la detrazione del 65%?

Per usufruire dell’Ecobonus 2017, il richiedente deve conservare alcuni documenti di carattere amministrativo e tecnico, da presentare al proprio consulente fiscale (commercialista o CAAF).

Nello specifico:documenti-da-presentare-per-ecobonus-2016

  1. le fatture relative alle spese sostenute con descrizione del prodotto completo di posa in opera, con l’indicazione della dicitura schermatura solare dinamica ai sensi del D. L. 311/2006 allegato M
  2. la ricevuta del bonifico bancario o postale parlante effettuato, recante la causale di versamento, il numero e la data della fattura a cui si riferisce, il codice fiscale del richiedente la detrazione e la partita IVA del beneficiario del bonifico
  3. ricevuta dell’invio all’ENEA (codice CPID)
  4. schede tecniche
  5. originale dei documenti inviati all’ENEA firmati dal tecnico e dal richiedente.

Infatti, è previsto l’invio all’ENEA della scheda descrittiva dell’intervento, redatta secondo l’allegato F del decreto 19 febbraio 2007 (decreto edifici).

La scheda descrittiva va inviata unicamente per via telematica attraverso l’apposito portale predisposto, entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori.

Non è richiesto alcun tipo di certificazione energetica, in quanto la legge non impone dei limiti prestazionali e, come abbiamo visto, non sono previste soglie di prestazione nemmeno per il fattore solare.

Non è nemmeno richiesta alcuna comunicazione all’Agenzia delle Entrate, ma è sufficiente specificare che ci si avvale della detrazione nella dichiarazione dei redditi.

Vieni a visitare uno dei nostri punti vendita in Toscana oppure compila subito il form contatti per ricevere maggiori informazioni su come usufruire dell’Ecobonus 2017! Lo staff di Gani Tende gestirà per conto tuo e gratuitamente la pratica per la richiesta di detrazione da trasmettere all’ENEA: per usufruire di questo servizio, presentati da noi già con le seguenti informazioni a portata di mano: DOCUMENTAZIONE E DATI PER ENEA

Gani Tende